La visita ginecologica

La visita ginecologica rappresenta un momento essenziale per ogni donna per valutare lo stato di salute dell’apparato genitale femminile interno (vagina, utero e ovaie) ed esterno e per escludere la presenza di patologie.

Nel corso della visita, oltre al normale  controllo di routine si affrontano molti dei problemi che spesso interessano la vita di una donna: infiammazioni vaginali, assenza o irregolarità del ciclo, mestruazioni abbondanti o sanguinamenti anomali, dolori addominali, infertilità.

Un altro aspetto importante di cui si occupa il ginecologo è anche la prevenzione dei tumori della sfera femminile. In questo caso gli esami che svolgono un ruolo fondamentale sono l’esecuzione del pap test, l’ HPV test, e il controllo ecografico dell’endometrio (lo strato interno dell’utero) e delle ovaie.

Talvolta è opportuno affrontare l’argomento della contraccezione e scegliere il metodo contraccettivo più adatto, personalizzandolo in base alla caratteristiche, all’età e alle necessità di ogni singola donna.
In altri momenti occorre cercare una strategia per risolvere o prevenire i problemi che si accompagnano alla menopausa, un periodo della vita delle donne in cui le modificazioni ormonali interferiscono con la loro qualità di vita.

Se necessario, e spesso come controllo complementare alla vista ginecologica, è importante  associare un’ecografia pelvica o transvaginale per esaminare con precisione lo stato delle ovaie, dell’utero, dell’endometrio, della vescica e della pelvi.

Il momento di incontro col ginecologo può quindi rappresentare un’occasione unica per iniziare un percorso che sappia affrontare con equilibrio i problemi della donna ma anche una grande opportunità per approfondire l’aspetto della prevenzione.